Nel giardino dei Ricordi, coltiviamo e custodiamo fiori, erbe e piante che con il loro profumo ci riconducono verso istanti del nostro passato. Ho lasciato nel giardino, tutte quelle piante che ho sempre visto li e che negli anni passati profumavano le pietanze della nostra grande famiglia e che ne tempo sono divenuti i piatti della nostra tradizione.

L’odore, infatti, è il più grande alleato dei Ricordi e vi basterà rilassarvi fra le nostre erbette per riscoprire in un profumo un ricordo personale che pensavate aver dimenticato.

“…Ma, quando di un antico passato non sussiste niente, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, soli, più fragili ma più intensi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l’odore e il sapore restano ancora a lungo, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sulla rovina di tutto il resto, a reggere, senza piegarsi, sulla loro gocciolina quasi impalpabile, l’immenso edificio del ricordo.”
(Marcel Proust)

 

Nel Giardino

Uscendo dal chiostro, sulla destra, seguendo il pergolato di vite, ci affacciamo al giardino dei Ricordi.

Un grande quadrato verde, ospita al centro il grande Albicocco suggestivo in ogni stagione.

I profumi sono quelli di Lavanda e Rosmarino, salvia e menta, zafferano e rosa.

Dal pergolato pende la Vite, il Glicine e le Rose Rampicanti, le zucche trattoie e l’ipomea. Nell’ora del tramonto, tutto si veste di rame ed è bello, distesi sul prato, aspettare l’arrivo della sera. L’ideale per un po’ di pace e di relax.

Il prato del Giardino dei Ricordi si estende per seicento metri quadrati circa ed unito agli altri giardini,  al chiostro, alla piazza, ai loggiati, ed un grande parcheggio verde,  si offre a voi anche come spazio per giornate speciali, pranzi, cene, pik nik, laboratori per bambini, compleanni, feste nel verde e tutti quei momenti che si vorrebbero passare in un luogo autentico.